Per il progetto presentato al POR FESR 2014-2020 del Veneto Azione 1.1.2

Relazione finale sulla proposta progettuale realizzata e sugli obiettivi raggiunti

 

Consulenza per il miglioramento del processo di Pressofusione

 

La presente relazione tecnica contiene:

  1. Dettaglio delle attività di consulenza svolte dal consulente a beneficio di RDS Moulding Tecnology SpA.
  2. Indicazione dei risultati raggiunti nell’arco temporale previsto dal contratto.

 

L’intervento realizzato era finalizzato all’ottimizzazione di processi, attraverso un mix di accorgimenti e soluzioni, in modo da abbattere le percentuali di prodotti non conformi e soprattutto incrementare la produzione, oltre ad apportare notevoli migliorie nel controllo della filiera. L’abbattimento dei prodotti non conformi implica un beneficio diretto in termini di efficienza energetica e sostenibilità ambientale.

Per semplicità l’attività svolta dal Consulente, viene dettagliata ripartendo gli interventi in 5 macro aree di intervento:

 

  1. SVILUPPO DELLA METALLURGIA NEL PROCESSO PRODUTTIVO.

Per soddisfare le richieste di nuovi prestigiosi clienti operanti nel settore dell’oleodinamica, RDS ha inserito nel proprio ciclo produttivo nuovi articoli di elevato contenuto tecnologico (coperchi e boccole pompe) che hanno preteso l’impiego di leghe di alluminio primarie che esigono trattamenti termici di tempra (T6) o di invecchiamento artificiale (T5), per esaltarne le proprietà meccaniche. Ciò ha necessariamente richiesto di:

  1. Istruire specificatamente il personale coinvolto nel processo produttivo, per integrare le competenze già acquisite con le conoscenze necessarie per gestire i nuovi processi.
  2. L’inserimento nell’impianto produttivo di un forno per trattamento termico che, a know-how acquisito, ha consentito all’Azienda di eseguire internamente una fase del ciclo normalmente affidata ad aziende specializzate esterne. È parso subito evidente il duplice vantaggio di un sensibile accorciamento del lead time e di una sensibile riduzione di costo dell’operazione.

RISULTATO: Tutti i nuovi prodotti inseriti hanno acquisito approvazione della clientela ed il benestare a produrre volumi gradualmente crescenti.

 

  1. ASSISTENZA NELLA GESTIONE DEL PROCESSO E DELLA LOGISTICA IN TUTTE LE FASI DEL CICLO PRODUTTIVO.

L’attività di controllo e monitoraggio ha preso in considerazione diversi aspetti:

  1. Di ogni articolo è stata analizzata e razionalizzata la scheda parametri-pressa con il duplice obiettivo del miglioramento della produttività (tempo di ciclo) e del livello di qualità del prodotto che viene monitorato in process dal servizio qualità, seguendo i piani di controllo sviluppati in accordo col cliente (rilievi dimensionali e analisi metallurgiche).
  2. Le lavorazioni meccaniche di finitura di ogni lotto pressofuso sono state controllate dal consulente presso il fornitore esterno col duplice scopo di:
    • Garantire al cliente la qualità pretesa sul prodotto finito.
    • Trasmettere ai reparti competenti di RDS il feed-back utile per organizzare eventuali attività correttive e/o migliorative delle produzioni a venire.
  1. Su ogni articolo, al termine della produzione del lotto, il consulente ha effettuato il controllo dimensionale e qualitativo “dell’ultima stampata” in collaborazione con gli addetti del reparto controllo qualità, rilasciando un documento impegnativo alle funzioni competenti (Uff.tecnico-Qualità-Produzione) utile ad operare con sufficiente anticipo tutte le azioni correttive sulle attrezzature e sulle documentazioni di processo (schede parametri-piani di controllo-disegni) che si siano rivelate necessarie per il miglioramento continuo del livello di qualità.

RISULTATO: RDS non ha avuto contestazioni sul prodotto né “Resi da cliente” nell’intero periodo monitorato.

 

  1. ASSISTENZA ALL’UFFICIO TECNICO.

Per quanto riguarda le produzioni affidate alla cura del consulente, questi ha affiancato l’ufficio tecnico nelle 3 attività fondamentali di:

  • Progettazione di nuovi stampi.
  • Rinnovi di parti obsolete delle attrezzature.
  • Pianificazione della costruzione della ricambistica delle parti soggette ad usura.

Sono stati raggiunti i seguenti obiettivi:

  1. È stata completata con successo la costruzione di nuovi stampi per clienti di prestigio.
  2. Sono state rinnovate le parti di stampo usurate aggiornando i disegni dell’articolo, ove necessario, in accordo col cliente.

RISULTATO: I tempi di fermo produzione per guasto stampo sono stati sensibilmente ridotti.

 

  1. PROGRAMMAZIONE DELLE PRODUZIONI DELLE FAMIGLIE DI ARTICOLI AFFIDATE AL CONSULENTE.

Ad inizio di ogni mese il consulente ha affiancato l’ufficio addetto alla programmazione della produzione per la stesura dei programmi di produzione a beneficio dei clienti a lui assegnati, con l’obiettivo del rispetto delle date di consegna indicate sugli ordini del cliente, essendo la puntualità delle consegne un parametro fondamentale nella valutazione del livello di qualità complessivo delle forniture.

RISULTATO: Le date di consegna sono rispettate da RDS con buona puntualità salvo i casi limitati di deroghe concordate con sufficiente anticipo col cliente per l’insorgenza di problematiche impreviste.

 

  1. ISTRUZIONE DEL PERSONALE.

Il consulente ha svolto la propria attività portando le proprie esperienze con un approccio formativo. È stata di fatto svolta una attività di formazione in process, finalizzata a trasmettere ai dipendenti di RDS con cui ha collaborato, i propri metodi di lavoro e le proprie competenze. Sono stati tenuti anche 4 incontri collegiali in aula per integrare l’attività formativa in process attraverso lezioni teoriche di supporto svolte a beneficio dei settori tecnici: Progettazione, Produzione, Qualità.

È stata rilasciata ad ogni partecipante documentazione scritta sugli argomenti trattati.

I risultati prodotti dall’attività formativa sono stati verificati nei reparti, misurandone l’efficacia attraverso la valutazione degli effettivi progressi riscontrati dall’azienda nei comparti nodali della filiera produttiva e logistica.

 

Read More